Cosa sono gli steroidi anabolizzanti?

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Gli steroidi anabolizzanti sono definiti come farmaci che aiutano a costruire rapidamente la massa muscolare e a migliorare le prestazioni atletiche. Le formule sono state sviluppate per la prima volta negli anni Cinquanta. Le versioni moderne hanno un impatto minimo sulla funzionalità epatica e renale, motivo per cui circa l’80% degli atleti professionisti e dei principianti assume occasionalmente steroidi anabolizzanti.

Il più delle volte vengono assunti da culturisti, powerlifter e sollevatori di pesi. Gli anabolizzanti sono diventati un must per gli atleti di tutte le età, perché facilitano l’allenamento e aiutano a costruire rapidamente una forma fisica ideale. I migliori steroidi anabolizzanti ad un prezzo vantaggioso si possono acquistare nel nostro negozio di farmacia sportiva online anabolizzanti naturali

Indicazioni per l’assunzione di steroidi anabolizzanti

Le statistiche dimostrano che il 30-60% dei giovani fa uso di steroidi mentre si allena nei club sportivi. Al giorno d’oggi è diventato molto più facile acquistare steroidi, poiché sono liberamente disponibili su Internet e non è necessario andare prima dal medico, sottoporsi a un test e poi ottenere una prescrizione. La semplicità e i prezzi ragionevoli attirano i giovani, ma è importante ricordare di non esagerare. L’importante è smettere al momento giusto, in modo che l’assunzione di anabolizzanti non crei dipendenza.

Gli agenti anabolizzanti sono un gruppo di sostanze chimiche di diversa origine e struttura che aumentano la sintesi proteica e promuovono l’aumento della massa muscolare magra.

Gli effetti anabolizzanti comprendono:

o    somatotropina;

o    antiestrogeni;

o    androgeni;

o    ormoni ipofisari;

o    insulina.

Esistono anche diversi coenzimi, vitamine, adattogeni vegetali, aminoacidi e nootropi. Tutti aiutano ad accelerare la costruzione della massa muscolare, ma i migliori da assumere sono gli steroidi anabolizzanti.

Secondo gli specialisti, questi farmaci possono essere utilizzati per una serie di malattie accompagnate da processi catabolici. Ad esempio, può trattarsi di cancro, AIDS, HIV o conseguenze di citostatici e radioterapia.

Alcuni medici consigliano l’assunzione di anabolizzanti in caso di diabete, piaghe da decubito, cirrosi epatica e ustioni.

Se non consideriamo l’uso medico, gli anabolizzanti sono eccellenti per creare un perfetto rilievo del corpo o per sbarazzarsi dei depositi di grasso eccessivo. Tutto dipende dai risultati che un atleta vuole ottenere dopo aver assunto un ciclo completo di farmaci anabolizzanti. Se volete acquistare anabolizzanti e steroidi a prezzi vantaggiosi, visitate il nostro negozio online https://italiafarmaci.com/

Quali sono i possibili effetti collaterali?

Nessun farmaco anabolizzante è fatale. Il più delle volte l’atleta lamenta nausea, vomito, vertigini o mal di testa. Se la dose è troppo alta e l’organismo non è in grado di sopportarla, possono insorgere febbre alta, dolori corporei, disturbi al torace o forte gonfiore.

In generale, se si seguono le raccomandazioni del produttore, non si dovrebbero avere problemi con l’uso di anabolizzanti. Gli effetti collaterali si manifestano solo se non si seguono le indicazioni del produttore.

Come assumere gli anabolizzanti?

Si tratta di una questione piuttosto complicata, poiché ogni produttore fornisce raccomandazioni su come utilizzare i farmaci. Può trattarsi di compresse, soluzioni iniettabili, polvere per somministrazione orale. È sempre necessario leggere le istruzioni o rivolgersi a uno specialista che vende anabolizzanti. Vi spiegherà in dettaglio le peculiarità dell’uso di un determinato farmaco.

Le compresse vengono assunte per lo più al mattino e alla sera, prima o durante i pasti. L’importo varia a seconda dell’atleta stesso. Questo vale anche per le polveri. Se parliamo di anabolizzanti iniettabili, di solito vengono iniettati nei tessuti molli 1-2 volte alla settimana a intervalli lunghi. Per i principianti la dose massima è di 250 mg e per i professionisti fino a 800 mg.